10 lug 2017

#Cristianesimo, #messaggio coraggioso e onesto, saremo #giudicati per la #carità

Io sono convinto di questa verità,  dalla mia posizione di quasi eretico, in contrasto con certe posizioni che io definisco burocratiche, che hanno come riferimento  la conta dei peccati, spesso piccole cose messe allo stesso livello di atti  gravissimi, che colpiscono sempre le persone.
L'egoismo di chi vive nel lusso non è un male per preti e pastori, ma in realtà offende pesantemente la carità, mentre per loro il male è solo un'ipocrita visione burocratica delle mancanze.
Invece io credo che un cristiano deve avere come impulso basilare la carità, che spinge a comportarsi positivamente con tutti: quindi certe azioni orrende, omicidio, violenze e furti, come ogni atto contro il prossimo, viene spontaneamente evitato, perché offende la carità di Dio.
Saremo giudicati per la carità e non per i ….pensieri cattivi, per le intenzione di peccato per le giaculatorie dette e i riti ...... talvolta scaramantici.
Solo se si è rivolti al prossimo, senza ipocrisie e senza atteggiamenti….da pubblicizzare, supereremo le offese al prossimo, senza doppie intenzioni ambigue: saremo giudicati tutti per la carità, cristiani e non cristiani, atei e mussulmani, induisti e buddisti.
Lasciatemi questa certezza, alla faccia a chi crede che si va in paradiso tagliando le gole degli infedeli........
Questo paradiso lo lascio a loro, ai volentieri, preferisco un Dio giusto e caritatevole, altre espressioni non esistono.
Non credo che Dio possa ordinare di uccidere, torturare il prossimo, ami gli ipocriti, i falsi e chi opera nell'ombra per fare del male ai poveri o ai.....bambini.