20 mag 2017

#WikiLeaks #Julian #Assange quasi libero, ma non troppo

Il fondatore di #WikiLeaks, #Julian #Assange, ora non sarà più perseguitato di stupro in Svezia: i giudici svedesi, dimostrandosi un pochino coraggiosi, hanno fatto cadere quella che è un'accusa assurda, ridicola, pretestuosa, infamante, per distruggere l'immagine di un personaggio che ha osato denunciare, con prove, quanto sia doppio e sporco il potere.... democratico, o pseudo democratico statunitense.
Le scoperte sono state molte, anche se deducibili, dai traffici sporchi con le teocrazie, guidate da viziosi e dai costumi per nulla islamici, fino ai giochi di potere locali, ambigui, con crimini e abusi in ogni Paese del mondo, con corruzione e attentati alla pace, per fini tutt'altro che umanitari.
Assange è un grande e comunque finisca la sua vicenda dovrà essere ricordato sempre come tale.